Blatt

Roma, Istituto Nazionale per la Grafica, F.N. 32055 (6718)

Roma, Istituto Nazionale per la Grafica - Zope-Id: 1053349329.01

Vorschau
Vorschaubild
Ort Roma
Institution Istituto Nazionale per la Grafica
Teilbestand ex coll. Bracci
Signaturen F.N. 32055 (6718)
Gegenstand Virginio Bracci nach Luigi Vanvitelli, Progetto per Fontana di Trevi, 1731/32, Pianta
KŘnstler Bracci, Virginio (disegnatore)
Vanvitelli, Luigi (progettista)
Roma, Istituto Nazionale per la Grafica, F.N. 32055 (6718) recto Recto Zeichnung Pianta
Roma, Istituto Nazionale per la Grafica, F.N. 32055 (6718) verso Verso
Stempel
Wasserzeichen Giglio inscritto in un cerchio dalla lettera V (Carta Italia Centrale sec. XVIII)
Papierqualitaet
Papierfarbe avorio
Gr÷▀e 496 x 754 mm (Minimum: 496 x 754 mm)
Zustand angolo sinistro in basso danneggiato
Montierung
Datierung 1731/1732
Bauwerk
Bauwerk-Links Fontana di Trevi
Schriftquellen
Zeichnungen - Ferdinando Fuga, Progetto per Fontana di Trevi, Pianta (F.N. 18519 [1196])
- Virginio Bracci (attribuito; giÓ attribuito Nicola Salvi), Progetto per Fontana di Trevi, Pianta in due varianti (F.N. 32057 [6715])
- Anonimo, Progetto per Fontana di Trevi, Pianta (F.N. 32056 [6717])
Stiche
Fotos
CAD
Literatur
Kommentar I due disegni rappresentano l'elaborato di Vanvitelli per il nuovo concorso bandito da Papa Clemente XII alla fine del 1730 per Fontana di Trevi (vedi anche F.N. 18519 [1196] e F.N. 32057 [6715]). Vanvitelli, che in quell'epoca collaborava strettamente con Nicola Salvi (vedi F.N. 32057 [6715]), scelse, analogamente a lui, una nicchia concava centrale ricavata tra le ali di Palazzo Poli come sfondo scenografico della fontana, e, come Salvi, inserý sin d'allora l'intera facciata del palazzo nella sua articolazione.
Pertanto il progetto deve risalire alla fase progettuale pi¨ tarda, del 1731/32. Le date 1708 e 1730 menzionate nelle lapidi con iscrizione, si riferiscono al recupero, sotto Clemente XI, della gigantesca Colonna Antonina e al bando di concorso di Clemente XII. Vanvitelli riprese l'idea, risalente all'epoca di Carlo Fontana, di impiegare la Colonna Antonina col suo piedistallo antico (vedi F.N. 32056 [6717]), di cui fece il fulcro del proprio impianto. Questi progetti sono copie settecentesche finora non attribuite, da originali di Vanvitelli non rintracciati.
Fichera (1937, 28, fig. 13) pubblic˛ un disegno della collezione Munoz, oggi al Museo di Roma (MR 16750) come copia settecentesca del prospetto di Vanvitelli (vedi anche De Seta, 1973, n. 34). Si tratta per˛ con grande probabilitÓ di un disegno del sec. XX, forse con intenzione di falso. (Kieven 1988, Cat.n. 171)

Riquadratura: Riquadrato a penna.
Bibliografia: Gradara 1920, 78; Bianchi 1956, fig. 4; Cooke 1956, fig. 18; De Seta 1973, n. 35; D'Onofrio, 1986, 3. ed., 483, fig. 442; Pinto 1986, 114-115, fig. 77; Kieven 1988, Cat.n. 171; Kieven, Pinto 2001, Cat.n. 139 (testo), 137 (disegno).
Informazioni tratte da: Kieven 1988, Cat.n. 171; Kieven, Pinto 2001, Cat.n. 139 (testo), 137 (disegno); per la filigrana cfr. Heawood 1950, n. 1571: Roma 1690-93.
Autor Maurer/Holste