Blatt

Roma, Istituto Nazionale per la Grafica, F.N. 13867 (1206)

Roma, Istituto Nazionale per la Grafica - Zope-Id: 1074004005.4

Vorschau
Vorschaubild
Ort Roma
Institution Istituto Nazionale per la Grafica
Teilbestand
Signaturen F.N. 13867 (1206)
Gegenstand Ferdinando Fuga, Progetti per la chiesa del Bambin Ges¨, 1732/33, Sezione della chiesa
KŘnstler Fuga, Ferdinando (disegnatore)
Fuga, Ferdinando (progettista)
Roma, Istituto Nazionale per la Grafica, F.N. 13867 (1206) recto Recto Zeichnung Sezione
Skala Scala
Roma, Istituto Nazionale per la Grafica, F.N. 13867 (1206) verso Verso
Stempel
Wasserzeichen
Papierqualitaet
Papierfarbe bianca
Gr÷▀e 533 x 390 mm (Minimum: 533 x 390 mm)
Zustand
Montierung
Datierung 1732/33
Bauwerk
Bauwerk-Links
Schriftquellen
Zeichnungen
Stiche
Fotos
CAD
Literatur
Kommentar Commento riguardo ai progetti per la chiesa del Bambin Ges¨, 1732/33:
Il Cardinal Lorenzo Corsini, dal 1714 "protettore" del convento del Bambin Ges¨, venne eletto Papa nel luglio del 1730 col nome di Clemente XII. Alla sua iniziativa risale la costruzione della chiesa conventuale, che egli finanzi˛ con mezzi propri e con proventi del gioco del lotto. L'architetto del convento, Carlo Buratti, assunse la direzione del cantiere e la progettazione della chiesa. Nel maggio 1731 ebbero inizio i primi lavori, e nel dicembre dello stesso anno si pos˛ la prima pietra. Buratti morý nell'ottobre 1732, e la continuazione della costruzione venne affidata a Ferdinando Fuga, architetto pontificio, il cui nome compare negli atti per la prima volta nel dicembre 1732. La chiesa fu consacrata nel settembre 1736 (tutti i documenti in Garms, 1979). Secondo Gaddi (1736, 108) le murature toccavano giÓ l'altezza di m. 4,50, quando Fuga subentr˛ nei lavori; secondo le fonti d'archivio pubblicate da Garms esse avevano giÓ in parte raggiunto la quota dei capitelli dei pilastri. A Fuga restavano perci˛ possibilitÓ d'intervento personale solo per quanto riguarda la cupola e la decorazione (vedi anche F.C. 70427, F.C. 70430, F.C. 70428, F.C. 70429, F.N. 13872 [1259], F.N. 13873 [1260], F.N. 13874 [1261]). (Kieven 1988, Cat.n. 11-15)

Commento riguardo al disegno:
La sezione presenta la cupola priva di tamburo e l'altare maggiore, consapevolmente adeguato all'effetto prospettico. L'edicola posta dietro l'altare suona come un'eco della configurazione della facciata, solo schiacciata. Le cornici in stucco, ricurve e centinate, del quadro d'altare, dei portali e dei coretti allentano la forma severa, un poco pesante, dei pilastri della cupola. Le leggere sfumature di colore dell'acquerello grigio indicano giÓ lo sviluppo dello stile disegnativo di Fuga, verso spazi interni pi¨ luminosi e atmosferici; ma questi disegni del Bambin Ges¨, malgrado l'effetto cromatico, presentano ancora tutta la durezza dei grafici degli anni Venti. (Kieven 1988, Cat.n. 13)

Riquadratura: Riquadrato a penna.
Bibliografia: Bianchi 1955, n. 12, fig. 8; Garms 1979, 57, fig. 7; Kieven 1988, Cat.n. 13.
Informazioni tratte da: Kieven 1988, Cat.n. 13.
Autor Holste