Blatt

Roma, Istituto Nazionale per la Grafica, F.N. 13870 (1208)

Roma, Istituto Nazionale per la Grafica - Zope-Id: 1074004377.28

Vorschau
Vorschaubild
Ort Roma
Institution Istituto Nazionale per la Grafica
Teilbestand
Signaturen F.N. 13870 (1208)
Gegenstand Ferdinando Fuga, Progetti per la chiesa del Bambin Ges¨, 1732/33, Progetto delle cornici dei portali e dei coretti
KŘnstler Fuga, Ferdinando (disegnatore)
Fuga, Ferdinando (progettista)
Roma, Istituto Nazionale per la Grafica, F.N. 13870 (1208) recto Recto Zeichnung Alzato  /  Alzato
Skala Scala
Roma, Istituto Nazionale per la Grafica, F.N. 13870 (1208) verso Verso
Stempel
Wasserzeichen
Papierqualitaet
Papierfarbe avorio
Gr÷▀e 387 x 538 mm (Minimum: 387 x 538 mm)
Zustand
Montierung
Datierung 1732/33
Bauwerk
Bauwerk-Links
Schriftquellen
Zeichnungen
Stiche
Fotos
CAD
Literatur
Kommentar Commento riguardo ai progetti per la chiesa del Bambin Ges¨, 1732/33:
Il Cardinal Lorenzo Corsini, dal 1714 "protettore" del convento del Bambin Ges¨, venne eletto Papa nel luglio del 1730 col nome di Clemente XII. Alla sua iniziativa risale la costruzione della chiesa conventuale, che egli finanzi˛ con mezzi propri e con proventi del gioco del lotto. L'architetto del convento, Carlo Buratti, assunse la direzione del cantiere e la progettazione della chiesa. Nel maggio 1731 ebbero inizio i primi lavori, e nel dicembre dello stesso anno si pos˛ la prima pietra. Buratti morý nell'ottobre 1732, e la continuazione della costruzione venne affidata a Ferdinando Fuga, architetto pontificio, il cui nome compare negli atti per la prima volta nel dicembre 1732. La chiesa fu consacrata nel settembre 1736 (tutti i documenti in Garms, 1979). Secondo Gaddi (1736, 108) le murature toccavano giÓ l'altezza di m. 4,50, quando Fuga subentr˛ nei lavori; secondo le fonti d'archivio pubblicate da Garms esse avevano giÓ in parte raggiunto la quota dei capitelli dei pilastri. A Fuga restavano perci˛ possibilitÓ d'intervento personale solo per quanto riguarda la cupola e la decorazione (vedi anche F.C. 70427, F.C. 70430, F.C. 70428, F.C. 70429, F.N. 13872 [1259], F.N. 13873 [1260], F.N. 13874 [1261]). (Kieven 1988, Cat.n. 11-15)

Commento riguardo al disegno:
La decorazione a stucco, eseguita in corrispondenza con tali progetti, dei portali e dei coretti nei quattro pilastri della cupola (a sinistra) e dei portali e coretti del coro (a destra) mostra la ripresa da parte di Fuga di motivi borrominiani e pozziani (Perspectiva, II, fig. 105), come spesso si faceva a Roma in questo periodo. Le forme, che nell'esecuzione hanno un effetto un poco violento, sono prive per˛ di citazioni manieristiche, quali ancora appaiono nella sua ornamentazione degli anni Venti. (Kieven 1988, Cat.n. 14)

Bibliografia: Bianchi 1955, n. 14; Garms 1979, fig. 8; Kieven 1988, Cat.n. 14.
Informazioni tratte da: Kieven 1988, Cat.n. 14.
Autor Holste