Blatt

Roma, Istituto Nazionale per la Grafica, F.N. 13893 (1236)

Roma, Istituto Nazionale per la Grafica - Zope-Id: 1074164935.13

Vorschau
Vorschaubild
Ort Roma
Institution Istituto Nazionale per la Grafica
Teilbestand
Signaturen F.N. 13893 (1236)
Gegenstand Ferdinando Fuga, Progetti per la ricostruzione di S. Paolo a Calvi dell'Umbria, 1743-1744, Primo progetto di ricostruzione, Sezioni
KŘnstler Fuga, Ferdinando (disegnatore)
Fuga, Ferdinando (progettista)
Roma, Istituto Nazionale per la Grafica, F.N. 13893 (1236) recto Recto Zeichnung Sezione  /  Sezione  /  Sezione
Beschriftung Legenda  /  Oggetto  /  Oggetto  /  Oggetto  /  Titolo
Skala Scala
Roma, Istituto Nazionale per la Grafica, F.N. 13893 (1236) verso Verso Beschriftung Oggetto
Stempel
Wasserzeichen Giglio inscritto in un cerchio
Papierqualitaet
Papierfarbe bianca
Gr÷▀e 540 x 778 mm (Minimum: 540 x 778 mm)
Zustand
Montierung
Datierung 1743-1744
Bauwerk
Bauwerk-Links
Schriftquellen
Zeichnungen
Stiche
Fotos
CAD
Literatur
Kommentar Commento riguardo ai progetti per la ricostruzione di S. Paolo a Calvi dell'Umbria, 1743-1744:
L'Oratorio di S. Antonio, posto accanto al vecchio edificio conventuale, e l'ex chiesa parrocchiale di S. Paolo costituivano una doppia chiesa, probabilmente risalente al XV secolo. Secondo le disposizioni testamentarie, S. Paolo doveva essere posto, sotto il nuovo patrocinio di S. Brigida, a disposizione del monastero. PoichÚ la chiesa si rilev˛ troppo piccola, Fuga fu incaricato nel 1743 di ampliarne l'organismo. La nuova chiesa venne consacrata nel maggio 1744 (tutti i documenti in Calza Bini, 1954). (Kieven 1988, Cat.n. 43-49)

Commento riguardo al disegno:
Le sezioni mostrano le pareti dell'altare, quella d'ingresso e quelle laterali dell'aula. Gli altari sono fiancheggiati da paraste di ordine composito; le cornici delle finestre e le volte sono sobriamente decorate. In confronto con i disegni precedenti si manifesta una qualitÓ nuova nello stile disegnativo di Fuga. L'effetto Ŕ di uno spazio inondato di luce. L'acquerellato trasparente consente la rappresentazione di una spazialitÓ piena di luminositÓ. (Kieven 1988, Cat.n. 44)

Riquadrato a penna.
Bibliografia: Calza Bini 1954; Bianchi 1955, n. 42; Pane 1956; Kieven 1988, Cat.n. 44.
Informazioni tratte da: Kieven 1988, Cat.n. 44.
Autor Holste